Cessione marchio: come farla e quando conviene

Quando acquisti un marchio è importante che tu ne formalizzi la cessione presso gli uffici.

27 ottobre 2020

Enrico La Malfa
Cessione Marchio

Cessione Marchio: quando serve 

Se sei proprietario di un marchio registrato e stai pensando di trasferirlo ad un altro soggetto oppure se sei tu a volere acquistare un marchio già registrato da altri, farai bene a conoscere tutto ciò che ti occorre per comunicare in modo corretto la cessione marchio registrato agli uffici competenti.

Quando compri o vendi un marchio registrato, infatti, dovrai preoccuparti di rendere noto a tutti l'avvenuto passaggio di proprietà (soprattutto se sei tu l'acquirente del marchio) e interessarti direttamente di formalizzare la cessione del marchio registrato.

Se ci pensi, sotto questo profilo, il marchio lo puoi tranquillamente paragonare ad un immobile di tua proprietà. Potresti decidere di affittarlo (nel caso di marchio si chiamerebbe licenza) oppure di venderlo (in questo caso si tratterebbe appunto di una cessione).

Proprio come avviene per gli immobili, esiste un registro (in questo caso sono i registri dei marchi registrati nei vari territori) al quale bisogna rivolgersi per chiedere che sia reso pubblico il passaggio di proprietà (trasferimento marchio registrato) del marchio appena acquistato.

 

Conviene formalizzare la cessione marchio?

Se sei tu l'acquirente, faresti senz'altro bene a verificare che la cessione del marchio avvenga in modo regolare e sia correttamente formalizzata al più presto.

Da un lato, infatti, la verifica dei registri ti consente di verificare che stai per acquistare un marchio da chi è veramente proprietario e che risulti ufficialmente tale.

Dall’altro lato, appena avrai concluso l'acquisto, ti converrà formalizzare l'avvenuta cessione del marchio per risultare tu l’unico proprietario del marchio, evitando quindi il rischio che agli occhi degli altri tu non possa risultare proprietario del marchio che hai comprato e  che lo stesso possa essere successivamente ceduto anche ad altri.

Tornando all'esempio fatto poco fa, immagino che non daresti mai i tuoi soldi per un immobile a qualcuno che non dovesse risultare formalmente proprietario di quell'immobile dal registro e, allo stesso tempo, una volta che avrai pagato il legittimo proprietario la tua principale preoccupazione sarà di avere da quel momento in poi la certezza che l'immobile risulti formalmente intestato a te.

A questo punto, avrai sicuramente capito perché conviene formalizzare la cessione di marchio e che prima lo fai, meglio è.

Se ti stai chiedendo come fare la cessione di un marchio e quali sono i documenti di cui hai bisogno, ti sarà utile sapere che esistono regole e procedure precise che cambiano in base ai territori in cui è registrato il marchio che hai comprato.

Vediamo come funziona la cessione del marchio in Italia e in Europa.

Come fare una cessione di marchio in Italia

La formalizzazione della cessione marchio prende il nome  giuridico di "trascrizione" ed è, per i motivi che hai letto sin qui, un passaggio fondamentale che devi compiere se intendi acquistare o hai acquistato un marchio.

Trascrizione cessione marchio: in Italia, i modi in cui puoi fare la cessione di un marchio e per ottenerne la trascrizione sono essenzialmente due: se sei già in possesso di un atto pubblico registrato (ad esempio un atto notarile; una sentenza; una scrittura privata autenticata, etc...) che attesti l'avvenuto acquisto del marchio, la procedura sarà più veloce e potrai direttamente procedere con la domanda di trascrizione della cessione del marchio presso L'UIBM (Ufficio italiano brevetti e marchi).

Altrimenti, se non hai a disposizione un atto pubblico registrato, prima di rivolgerti all'UIBM, dovrai necessariamente procurarti la cosiddetta "Dichiarazione di avvenuta cessione" del marchio, ovvero un atto sottoscritto dal proprietario del marchio e dall'acquirente in cui i medesimi dichiarano che la proprietà del marchio è stata trasferita e ceduta.

In questo atto, il marchio che hai acquistato deve essere ben specificato e indicato in modo preciso. La dichiarazione di intervenuta cessione deve poi essere registrata presso l'Agenzia delle Entrate.

In ogni caso, sia che tu abbia a disposizione un atto pubblico sia che tu non l'abbia e debba quindi procurarti la dichiarazione di avvenuta cessione, dovranno essere rispettate le norme sull'imposta di registro: dovranno quindi essere pagate le tasse dovute all'agenzia delle entrate per la registrazione del documento che attesta l'acquisto del marchio. 

Una volta registrata presso l'Agenzia delle Entrate la "Dichiarazione di intervenuta cessione" del marchio, potrai procedere con l' "Istanza di trascrizione" che, in sostanza, è la domanda con cui chiederai all'UIBM di registrare la cessione del marchio e il passaggio di proprietà dello stesso da un soggetto ad un altro. 

L'istanza di trascrizione è l'ultimo passaggio di cui occuparti per essere sicuro di aver correttamente formalizzato la cessione del marchio in Italia e metterti al riparo da contestazioni o problemi legati alla proprietà del marchio.

Cessione Marchio

Quanto costa la cessione di marchio in Italia?

Premesso che l'imposta di registro si paga in base al prezzo di acquisto del marchio (a volte è possibile pagare la tassa fissa di Euro 200,00), per formalizzare la cessione di marchio dovrai considerare i seguenti costi:

  1. Imposta di registro (qualora l'atto di acquisto non sia già stato registrato) da pagare tramite F23 e due bolli da 16,00 Euro
  2. 85,00 Euro per imposta di bollo dovuta all'UIBM
  3. 81,00 Euro da pagare tramite F24 all'UIBM per le tasse di trasferimento più 34 Euro se si da incarico ad un professionista.

Come fare una cessione di marchio in Europa

A differenza della cessione del marchio in Italia, spiegata poco fa, se invece il marchio che hai acquistato è un marchio europeo, la procedura che dovrai seguire è più semplice e veloce perché non sono previste tasse o registrazione di atti. Dovrai solo presentare un'istanza all'Ufficio provando di aver acquistato il marchio e chiedendo di registrare il relativo cambio di titolarità.

Se vuoi acquistare o hai già acquistato un marchio ma non hai ancora formalizzato la cessione, puoi delegare al nostro studio lo svolgimento di tutte le attività necessarie senza che tu debba preoccuparti di nulla. Contattaci per maggiori informazioni o ricevere un preventivo.

 

Condividi articolo

Safety Brand S.r.l. Società tra Avvocati
Sede Legale: Via Santo Stefano 58, 40125 Bologna
Codice Fiscale/Partita iva:  03878621204

Privacy Policy
Cookie Policy

RICHIEDI QUI IL TUO PREVENTIVO GRATUITO

Riceverai un preventivo personalizzato